Sanzioni per mancata emissione dello scontrino

La Legge di Bilancio 2021 ha adeguato il sistema sanzionatorio previsto per la mancata emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali, il quale prevede due tipi di sanzione, una amministrativa e una accessoria.

La sanzione amministrativa pecuniaria è pari al 100% dell’imposta IVA relativa all’operazione non versata (come stabilito dal D.Lgs. n. 471/97) ed inoltre, è previsto in ogni caso un minimo sanzionatorio fissato di 500 euro.

Questo significa che se non viene emesso uno scontrino per un valore, per esempio, di soli 2 euro, la sanzione minima che si dovrà pagare è di 500 euro. Oltretutto, è bene ricordare che la sanzione riguarda ogni singola violazione relativa alla mancata emissione dello scontrino.

La sanzione accessoria, invece, prevede la sospensione della licenza o dell’autorizzazione ad esercitare l’attività commerciale, per un periodo che va dai tre giorni fino ad un massimo di un mese. Tale sanzione scatterà nel momento in cui si verrà sorpresi a commettere l’illecito per più di 4 volte (intendendo 4 scontrini in giorni differenti, e non il numero delle verifiche effettuate) nell’arco di 5 anni.