Utilizzo del credito IVA

Per coloro che inviano la dichiarazione Iva entro il 28.02.2021 non è necessario presentare la LIPE riferita al IV trimestre 2020. Oltre tale data è possibile inviare la dichiarazione Iva fino al 30.04.2021, a condizione però che entro il 28.02.2021 venga inviata la LIPE del IV trimestre 2020.

Dalla dichiarazione Iva 2021 può emergere un eventuale credito, che potrà essere utilizzato a compensazione in due maniere differenti:
1) Liberamente entro i 5.000,00 euro;
2) Con due vincoli oltre i 5.00,00 euro:
• Dotare la dichiarazione Iva di visto di conformità;
• Attendere 10 giorni dopo la presentazione della dichiarazione Iva .

Riguardo al visto di conformità, questo può non rivelarsi necessario se il contribuente ha raggiunto nel 2019 un punteggio di affidabilità pari a 8, e/o 8.5 quale media degli anni 2018 e 2019.

Vediamo due esempi:
– Il soggetto A nel 2018 ha conseguito un punteggio ISA di 7, e nel 2019 un punteggio pari a 8: potrà non apporre il visto grazie alla presenza dell’8 nel 2019;
– Il soggetto B nel 2018 ha conseguito un punteggio ISA di 9 nel 2018, e di 7 nel 2019: sebbene la media sia 8, dovrà comunque apporre il visto, in quanto non ha raggiunto un punteggio pari a 8 nel 2019 e la media risulta comunque inferiore a 8.5.

Diverso è il caso in cui si volesse richiedere il credito a rimborso (condizione necessaria è che il credito sia superiore a 2.582,28 euro):
1) Entro i 30.000,00 euro senza necessità di apporre né visto né garanzia;
2) Oltre i 30.000,00 euro apponendo o visto o garanzia, attestazione delle società e degli enti operativi, e attestazione di alcuni requisiti patrimoniali.